Tina Turner ha venduto il suo catalogo e i diritti d’immagine a BMG

Scritto da il 06/10/2021


Mentre le altre etichette discografiche continuano a corteggiare gli autori per comprare i diritti sulle loro hit, BMG ha acquistato uno dei cataloghi più straordinari della storia del pop. È quello di Tina Turner, che l’ha venduto all’azienda gestita da Hartwig Masuch.

L’accordo copre i diritti d’autore, quelli connessi e anche i diritti d’immagine. BMG non ha diffuso i dettagli economici, ma la definisce come l’acquisizione più grande della storia dell’azienda. «Sappiamo tutti che il lavoro di Tina è iconico», ha detto il CEO Masuch. «Anche se negli ultimi anni, grazie a musical e documentari, la sua carriera ha raggiunto dimensioni straordinarie, c’è ancora tanto potenziale da sfruttare».

Masuch ha una relazione personale con Turner e suo marito, e le discussioni sulla vendita del catalogo sono andate avanti per circa un anno. La trattativa vera e propria, invece, è partita tre mesi fa, quando il team di Turner si è detto disposto a raggiungere un accordo. Al momento, Warner Music resterà l’etichetta discografica della cantante, e dovrà collaborare con BMG.

Dopo aver raggiunto il successo insieme all’ex marito Ike Turner, Tina Turner è diventata una delle artiste più vendute di tutti i tempi, firmando hit come What’s Love Got to Do With It, The Best e Typical Male. Si è ritirata nel 2009, ma di recente la sua musica è tornata d’attualità grazie alla Rock & Roll Hall of Fame, un documentario di HBO e il musical Tina, che tornerà in scena a Broadway dopo la pausa dovuta alla pandemia.

L’obiettivo dell’acquisizione di BMG è portare quella musica alle nuove generazioni grazie allo streaming e i social media. «Questo non è più un mercato monodimensionale», dice Masuch. «Con Tina e Warner vogliamo arrivare a un pubblico nuovo. Qual è la strategia per YouTube e TikTok? Bisogna andare oltre, non posiamo limitarci a pubblicare un best-of ogni quattro anni».

«Come per ogni artista, proteggere il lavoro di una vita e la mia eredità musicale è una faccenda personale», ha detto Tina Turner in un comunicato. «Sono sicura che con Warner Music e BMG il mio lavoro sarà nelle mani di professionisti affidabili».

Nel corso degli ultimi anni la compravendita dei cataloghi degli artisti è diventata sempre più frequente. Aziende come Hipgnosis Songs Fund e Primary Wave hanno acquistato i diritti delle canzoni di artisti giganteschi a cifre sempre più incredibili: è successo con Stevie Nicks, Paul Simon e Bob Dylan, che hanno venduto i loro cataloghi per centinaia di milioni di dollari.

Il caso di Tina Turner, però, è diverso. L’accordo con BMG non si limita ai diritti sulle canzoni, ma copre anche i diritti d’immagine e quelli sul suo brand, un po’ com’era già successo con i Beach Boys e Iconic Artist Group. Secondo Masuch, in futuro vedremo sempre più accordi di questo tipo. Alcuni saranno sempre opera di BMG, che avrebbe in cantiere più di un’acquisizione di questo livello.





Source link


Live Radio

Studiodue music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

 

Show attuale

 

Background