LIVE RADIO

Studiodue Music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Italian music show

05:00 09:00

 

Show attuale

Italian music show

05:00 09:00

 

Background

SANREMO 2022 – LE VIBRAZIONI: in aprile l’Ep “Le Vibrazioni 6”

Scritto da il 04/02/2022


Prosegue il Festival Sanremese de Le Vibrazioni, in gara nella sezione Campioni, con il brano “Tantissimo”.

La band milanese, formata da Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani Garrincha e Alessandro Deidda, torna sul palco dell’Ariston dopo aver debuttato nel 2005 con il brano “Ovunque andrò”, ed essere tornati nel 2018 con “Così Sbagliato” e nel 2020 con “Dov’è” con il quale si sono classificati quarti.

“Tantissimo” è un brano scritto da Francesco Sarcina, Roberto Casalino e Niccolò Verrienti.  

Gli abbiamo sentiti durante la loro trasferta sanremese… 

SANREMO 

L’esperienza sanremese è un frullatore. Quest’anno è strano perché siamo tutti mega controllati.

Dobbiamo mangiare anche da soli e viviamo in albergo tutto il giorno. 
Quando siamo sul palco si suona. Siamo felici e abbiamo voglia di suonare. 

Chi se ne frega del posto in classifica! 

Siamo molto soddisfatti di essere terz’ultimi… sulla scia di Vasco e Zucchero!
Sappiamo bene che non sempre la classifica rispecchia la realtà. 
In una settimana fai quello che faresti in un anno. 

LA COVER 

Questa sera suoneremo Live and let Die scritto da Paul e Linda McCartney. 
È un grande onore suonare questo brano. Potevamo solo fare su questo palco perché ha una orchestrazione vera e propria e con l’orchestra è perfetto. 
È un’opera d’arte e come tale non va modificata.
È un brano con il quale siamo cresciuti.

IL FUTURO 

In aprile uscirà un Ep. Perché fare un album lo si fa quasi solo per sé stessi. 
In questi due anni abbiamo scritto circa una cinquantina di canzoni.
Questo si chiamerà “Le Vibrazioni 6” e poi ne usciranno degli altri “Le Vibrazioni 7” e va dicendo.
L’idea di fare uscire più Ep è orientata proprio per dedicare più spazio alle singole canzoni.
Uscirà anche un vinile e siamo a buon punto! 

IL VIDEO 

IL TESTO 

C’era l’aria che ci univa in mille persone
C’era un tempo per dare e avere
C’è ancora la mia vita piena di tante cose
Ho imparato a stare bene nel mezzo sempre
Oggi penso a tutte le occasioni sprecate
Alle giornate in strada tra tanta gente
E a quella polvere che ho tolto piano dal mio cuore
Per salvare quello che comunemente

Chiamiamo amore, per quante volte
Facciamo finta di non ricordarci il nome
Che sotto voce si sente eccome
Ma di profilo c’è il tuo seno che mi vuole
E anche se non lo dico, mi fa male tantissimo
Male, male tantissimo

C’era una casa, un divano e vuoti da colmare
Ed un bel fiore nero è il mio presente
Quanta fatica facciamo a dimenticare
Certi ricordi ci rimangono addosso sempre
Come per dire: “Guarda cosa ti è successo mentre
Salvavi quello che comunemente”

Chiamiamo amore, per quante volte
Facciamo finta di non ricordarci il nome
Che sotto voce si sente eccome
Ma di profilo c’è il tuo seno che mi vuole
E anche se non lo dico, mi fa male tantissimo

C’eri tu
Dietro quel sogno mai pronunciato
Dietro gli applausi sordi sopra un palco vuoto
L’amore sotto pelle è un’arma nella mano
E può fare male, male tantissimo

Ma quale amore, per troppe volte
Facciamo finta di non ricordarci il nome
Che sulla pelle poi si confonde
Quando le labbra vogliono poggiarsi altrove
E anche solo a pensarci mi fa male tantissimo
Te lo confesso, fa male tantissimo

WEB & SOCIAL 

 



Source link