Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

lunch week show

12:05 15:00

 

Show attuale

lunch week show

12:05 15:00

Background

Recensione: THE CULT – “Under The Midnight Sun”

Scritto da il 08/10/2022


Recensione: THE CULT – “Under The Midnight Sun”

La storia dei Cult attraversa quattro decenni, o meglio si evolve in quattro decenni e ben undici album. 

Come dei veri e proprio sopravvissuti, Ian Astbury e Billy Duffy, sono riusciti a tenere dritta la barra e soprattutto in alto gli stendardi del goth rock di cui i  The Cult sono sempre stati possenti custodi e rappresentanti. 

Intatta è la loro caratteristica sonora cupa fatta di una base ritmica pesante unita ad atmosfere mistiche e tenebrose.
Forse gli anni hanno fatto sbiadire un po’ quella loro tipica energia oscura ma il tutto viene perfettamente compensato dall’abilità sonora e lirica nel continuare a ricreare perfette atmosfere goth senza tempo. 

Ian Astbury come uno sciamano irrequieto incalza e accompagna le chitarre, super ispirate, di Duffy in una ritrovata perfetta sincronia. 

La traccia iniziale Mirror è l’antipasto del banchetto che si apre alla drammaticità vocale di Astbury nell’epica A Cut Inside e nella super dark successiva Vendetta X.

Give Me Mercy è quasi un inno straziante e disperato. Outer Heaven esalta la versatilità di Billy Duffy come chitarrista, mentre con Knife Through Butterfly Heart si entra in un suono che ha richiami quasi prog e ricorda i Doors e i Floyd.

Impermanence è senza dubbio la più gotica del disco ed accompagna alla fine con la gloriosa ed orchestrale title track che completa alla perfezione il nuovo racconto della band.

Fa senza dubbio bene ai Cult essere sotto il sole di mezzanotte …

SCORE: 7,00

DA ASCOLTARE SUBITO

Give Me Mercy – Impermanence – Under The Midnight Sun

DA SKIPPARE SUBITO 

Niente! 

TRACKLIST



Source link