LIVE RADIO

Studiodue Music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

SUMMERTIME

11:05 13:00

 

Show attuale

SUMMERTIME

11:05 13:00

 

Background

Recensione: BEN HARPER – “Bloodline Maintenance”

Scritto da il 22/07/2022


Prima di partire con la mia recensione di “Bloodline Maintenance”, il nuovo disco di Ben Harper, vi racconto quale è il mio rapporto d’ascolto con lui! 

Mi piaceva da impazzire l’Harper dei suoi inizi… Mi piaceva la sua musica, il suo stile!
Poi, non mi ricordo l’anno, ma penso 2003, 2004, sono andato a vederlo al Forum di Assago. 
Non era la prima volta, ma quel concerto… una noia mortale! Non finiva più, cervellotico, acustico, letteralmente due palle! 

Da lì basta Ben Harper! Non l’ho più ascoltato. Un po’ come quando finisce una storia d’amore che non ne vuoi più sapere nulla. 

Ora a ormai quasi vent’anni di distanza mi accingo a riascoltare un disco intero di Ben! 

A riavvicinarmi a lui è stato il primo singolo uscito We Need to Talk About It, devo dire proprio un bel pezzo! La sua super chitarra funky che svetta e avvolge, accompagnata da cori gospel e ritmi martellanti potenziati dal suono distintivo del tamburo africano. Proprio figo. 

Ed eccomi qui … 
Il nuovo album è un’opera in gran parte ispirata dalla perdita di un amico di lunga data e dall’influenza di un padre carismatico.
Harper suona un po’ tutto in questo disco e lo suona bene: chitarra, soprattutto la sua incredibile lap steel, basso, batteria e un assortimento eclettico di percussioni, compreso un rullante giocattolo di plastica.

Un disco che mi concilia e mi riporta ad apprezzare Harper. Una mistura erotica, sensuale, passionale, bollente che miscela hip-hop insieme a modelli di lunga data di soul, blues e jazz, e convogliando il tutto in una riconfigurazione di una nuova Black Americana.

Anche sotto il profilo lirico Harper è sul pezzo. Un disco abbastanza sermonico che mette sotto la lente di ingrandimento le tensioni, le turbolenze e le disfunzioni della società americana e le guarda, forse, con un senso di disperazione quasi insormontabile e rassegnato.

Comprensibile vedendo la deriva del nostro mondo!

SCORE: 7,25

DA ASCOLTARE SUBITO

 We Need to Talk About It – Where Did We Go Wrong -It Ain’t No Use

DA SKIPPARE SUBITO 

Ascolto piacevole… Tutto! 

TRACKLIST

DISCOGRAFIA 

1992 – Pleasure and Pain
1994 – Welcome to the Cruel World
1995 – Fight for Your Mind
1997 – The Will to Live
1999 – Burn to Shine
2003 – Diamonds on the Inside
2004 – There Will Be a Light
2006 – Both Sides of the Gun
2007 – Lifeline
2009 – White Lies for Dark Times
2011 – Give Till It’s Gone
2013 – Get Up!
2014 – Childhood Home
2016 – Call It What It Is
2018 – No Mercy in This Land
2020 – Winter Is for Lovers
2022 – Bloodline Maintenance

VIDEO 

WEB & SOCIAL 

Website
Facebook
Instagram
 Twitter





Source link