Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Evening time

00:05 01:45

 

Show attuale

Evening time

00:05 01:45

 

Background

L’Ortigia non fa sconti ed è cinquina: battuta la Nuoto Catania 12-4

Scritto da il 19/11/2022


SIRACUSA – È un derby siciliano all’insegna del cinque: quinta sconfitta consecutiva per la Nuoto Catania e quinta vittoria consecutiva per l’Ortigia che, alla piscina Caldarella, batte per 12-4 il club etneo.

I primi a passare in vantaggio sono i padroni di casa con Cassia 1-0. Poco dopo raddoppiano con Vidovic 2-0. L’Ortigia sfrutta un’occasione e realizza il gol del 3-0 con Francesco Condemi. Rigore per la Nuoto Catania, sul pallone Grummy, ma il tiro viene respinto da Tempesti. Poi provano a cercare la conclusione Privitera e Camilleri ma senza esito. Poco dopo arriva il gol in diagonale di Di Luciano 4-0 che chiude la prima frazione di gioco.

Nella seconda frazione i padroni di casa realizzano la rete del 5-0 con Francesco Condemi. Dopo tre minuti di gioco la Nuoto Catania va a segno con Giorgio La Rosa 5-1, ma i padroni di casa tornano ad andare in rete 6-1 con Napolitano. Poco dopo la Nuoto Catania accorcia le distanze con Camilleri 6-2. L’Ortigia realizza la rete del 7-2 con il mancino Carnesecchi. Privitera sigla la rete del 7-3 al termine della seconda frazione.

Nella penultima frazione l’Ortigia trova la rete prima con Di Luciano 8-3, poi con Napolitano 9-3 e con Vidovic 10-3. Nell’ultima frazione di gioco i padroni di casa tornano ad imporsi con la rete di Francesco Condemi 11-3, per i rossazzurri è La Rosa a firmare la rete del 11-4 a due minuti dal termine del match. Nei minuti finali viene concesso un rigore ai biancoverdi, per fallo di Guimaraes, sul pallone Cassia che non sbaglia, 12-4 il risultato al termine del match.

LE DICHIARAZIONI

Questo il giudizio del tecnico rossazzurro Giuseppe Dato: “Non c’è stata partita, l’Ortigia è una squadra di prima fascia che si è imposta sin da subito, come si è visto nel primo tempo, nel secondo siamo riusciti a chiudere il parziale in pareggio ma poi loro hanno decisamente dominato la partita come ha dimostrato il loro gioco nelle ultime due frazioni. Anzi nell’ultima si sono limitati a gestire il vantaggio altrimenti il passivo poteva essere senz’altro peggiore. E’ chiaro che mi aspettassi qualcosa in più, ma tra le due squadre c’è una differenza sostanziale che poteva essere colmata con un po’ più di aggressività”.

Nel dopo partita, anche il tecnico Stefano Piccardo elogia i suoi ragazzi, che stanno facendo cose straordinarie: “Questo è un gruppo che sta crescendo e sta prendendo coscienza dei propri mezzi. Oggi però un plauso speciale va a Tempesti, che, con una prima frazione pazzesca, ci ha permesso di fare la partita che avevamo preparato, ma devo dire che tutta la squadra ha fatto bene. D’altronde, quando si prendono solamente 4 gol non si può che applaudire la prova difensiva di tutti. Stiamo perseguendo il nostro obiettivo, che è quello di pensare alla prestazione, al gioco, a crescere di sabato in sabato. Poi sappiamo benissimo che ci saranno dei periodi più difficili, come accaduto l’anno scorso. L’unico rammarico è non avere mai la rosa al completo, perché poi questi ragazzi non si possono allenare al meglio. E adesso arriviamo in un momento importante, visto che sabato abbiamo Trieste e poi il primo round di Euro Cup contro Savona. Speriamo di continuare con questa mentalità e con questo modo di essere”.



Source link