LIVE RADIO

Studiodue Music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

estatissima

16:05 17:05

 

Show attuale

estatissima

16:05 17:05

 

Background

Enna: domani la festa di Sant’Elia con l’apertura del giubileo eliano

Scritto da il 16/08/2022


Il Comune di Enna si unisce con giubilo alla comunità nel celebrare la ricorrenza della festa di Sant’Elia. A Enna, sua città natale, sant’Elia viene festeggiato nella chiesa del Carmine.

PUBBLICITÀ

“Il mio augurio va ai fedeli della parrocchia di San Tommaso Apostolo, della chiesa del Carmine e a tutti gli ennesi, per la celebrazione della festa di Sant’Elia, il Santo ennese”, afferma il Sindaco della città Maurizio Dipietro.

Sant’Elia il Giovane o il Nuovo nacque ad Enna nell’823. Svolse la sua opera profetica con grande forza d’animo, dopo aver patito molto per la fede a causa dei saraceni, peregrinando in Sicilia, Nord Africa, Calabria, dove condusse una vita di austerità e preghiera. Monaco secondo l’insegnamento dei Padri orientali, fu un esempio mirabile di vita ascetica: dotato del dono della profezia, previde eventi futuri e, scrutando i segreti dei cuori, molti ricondusse alla fede. Potente taumaturgo, operò sorprendenti prodigi, partecipando alle vicissitudini della sua gente. Morì il 17 agosto del 903 a Salonicco in Macedonia. Il suo corpo fu riportato in Calabria dal fedele discepolo Daniele e tumulato nel monastero da lui fondato.

La solennità di Sant’Elia sarà celebrata domani, mercoledì 17 agosto. Alle ore 8 e alle ore 18,30 lo sparo di colpi a cannone, alle ore 12 nella chiesa del Carmine è in programma la recita dell’Angelus e supplica a Sant’Elia. Alle ore 19, in Piazza Giovanni XXIII, solenne apertura del giubileo eliano in occasione del 1200° anniversario della nascita (823-2023) con l’apertura della Porta Santa e Pontificale presieduto dal Vescovo di Piazza Armerina Rosario Gisana. Parteciperanno i vicari foranei di Enna e Palmi don Giuseppe Fausciana e don Giuseppe Sofrà e la delegazione della Sacra Arcidiocesi d’Italia e Malta del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli.



Source link