LIVE RADIO

Studiodue Music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

 

Show attuale

 

Background

Che cosa sta succedendo tra Simba La Rue e Touché

Scritto da il 09/06/2022


Nella notte tra mercoledì e giovedì, varie pagine Instagram e canali Telegram hanno cominciato a diffondere alcune storie e la registrazione di una diretta apparentemente provenienti dal profilo di Simba La Rue, rapper italo-tunisino classe 2002, di stanza tra Lecco e Milano, molto seguito (il suo ultimo EP, Crimi, è uscito il 17 maggio per Warner) e già oggetto di un Daspo dai locali di Milano per aver lanciato sassi nella discoteca Old Fashion.

Nei video in questione appare un altro giovanissimo rapper di Padova, Touché, anche lui di origine maghrebina: è seduto sul sedile posteriore di una macchina, è evidentemente molto spaventato e ha il naso sanguinante.

Varie persone, mai inquadrate, bullizzano e umiliano Touché e lo colpiscono più volte con forza, sembrerebbe per costringerlo a “confessare” le sue colpe. Nello specifico, si sente una voce fuori campo che dice più volte «Ti potevo sequestrare sì o no? Eri da solo con un tuo amico sì o no? Ti potevo portare via? Ho fatto qualcosa? Dov’è il gangster che sei, dov’è la tua sicurezza?».

Il riferimento dovrebbe essere a un presunto dissing, Pull Up (vedi sotto), che a gennaio Touché avrebbe indirizzato a Simba La Rue, e che nell’immediato aveva già provocato una rissa con lancio di bottiglie che aveva coinvolto gli amici dei due rapper.

Stavolta, però, non sembra trattarsi di una faida tra due gruppi, ma di un vero e proprio tentativo di sequestro di persona: in base al racconto fatto sempre sui social dai suoi amici, Touché, di passaggio a Milano, sarebbe stato circondato da una decina di persone, tra cui Simba La Rue, e costretto a salire su un’auto per poi essere picchiato.



La vicenda è ancora in evoluzione: sul suo profilo Instagram Simba La Rue invita i fan a restare connessi su una pagina che ha appena aperto, @simba_du_rue: «Stasera ci sentiamo per aggiornamenti, su questa pagina vedrete tutto ciò che dovete sapere», dice in una storia di poco fa.

Dal canto loro gli amici di Touche hanno postato numerose storie in cui sembrerebbero intenti a guidare verso Milano, con affermazioni molto poco rassicuranti come «Ti sei messo in un bel guaio, figlio di puttana, domani io vado in carcere» o «Voi pensate di averla chiusa così, la storia? Per me è iniziata ora, figli di troia, fosse l’ultima cosa che faccio».





Source link