LIVE RADIO

Studiodue Music

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Italian music show

05:00 09:00

 

Show attuale

Italian music show

05:00 09:00

 

Background

Carenza di materiali e costi alti, il solarium di Ognina non si farà

Scritto da il 14/05/2022



Rimangono la piattaforma di piazza Europa e la passerella di San Giovanni Li Cuti.

CATANIA – Alla fine l’amministrazione comunale sarà costretta a rinunciare al solarium di Ognina e a spendere, per l’accesso al mare della scogliera dei catanesi, appena 120mila euro. Risparmiando 140mila euro o poco più, ma dimezzando la disponibilità di piattaforme per bagnanti sul lungomare di Catania.

Che quest’anno la stagione balneare a Catania sarebbe stata complicata si era intuito già dall’esito della gara d’appalto per il montaggio delle piattaforme sul mare del capoluogo etneo. Il bando era stato pubblicato all’inizio di marzo ma la ditta aggiudicataria, un mese dopo, aveva dovuto rinunciare: materiali troppo cari e tempi di consegna troppo lunghi.

Niente ferro per montare i tubolari su cui installare le passerelle. E pure per il legno ci sarebbe stata qualche attesa di troppo. Le altre consultate dall’amministrazione, come riporta il quotidiano La Sicilia, avrebbero fatto schizzare il costo dell’operazione “Estate 2022” a circa 470mila euro, a fronte dei 261mila previsti in prima battuta e andati a gara. Decisamente troppo.

Così adesso il Comune di Catania corre ai ripari, rinunciando al solarium di Ognina (quello di fronte all’istituto nautico, per intenderci) e modificando la location del solarium di piazza Europa. Se quest’ultimo, infatti, si era sempre realizzato montando una piattaforma sulla scogliera, la soluzione immaginata per l’estate 2022 prevede di approfittare dell’area ricoperta di mattonelle di asfalto proprio di fronte al Borghetto Europa, quella che si costeggia per arrivare al porto Rossi.

Con una delibera approvata dalla giunta nel corso della seduta del 12 maggio, si decide, infatti, di realizzare la piattaforma in piazza Europa e la passerella per disabili nella spiaggetta di sabbia nera di San Giovanni Li Cuti. Cancellando, quindi, il solarium di Ognina. Il costo dell’operazione, illustrata al sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi dall’assessore al Mare Michele Cristaldi, non dovrà superare i 120mila euro, prelevati dagli incassi della tassa di soggiorno.



Source link