Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

i love music

23:15 23:59

 

Show attuale

i love music

23:15 23:59

 

Background

AARON CARTER morto a 34 anni

Scritto da il 05/11/2022


AARON CARTER morto a 34 anni

Aaron Carter, il cantante pop americano e attore di canzoni come “I Want Candy” e “That’s How I Beat Shaq”, è morto, secondo quanto riportato da The Hollywood Reporter e TMZ.

Carter è stato trovato morto sabato (5 novembre) nella sua casa di Lancaster, in California. La polizia è arrivata sul posto dopo che è stata effettuata una chiamata ai servizi di emergenza sanitaria, sostenendo che il musicista era annegato nella vasca da bagno, secondo i rapporti. Carter aveva 34 anni.

Aaron Carter era il fratello minore di Nick Carter, dei Backstreet Boys.

Aaron Carter ha iniziato a suonare musica quando aveva solo 7 anni, pubblicando il suo omonimo album di debutto nel 1997. Il suo LP di successo, Aaron’s Party (Come and Get It), è arrivato nel 2000 e conteneva i singoli di successo “I Want Candy”, ” Bounce” e “Così ho battuto Shaq”. Ha pubblicato altri tre album in studio nella sua vita: Oh Aaron del 2001, Another Earthquake del 2002 e Løvë del 2018.

All’inizio della sua carriera, Aaron andò regolarmente in tournée con il gruppo. Occasionalmente ha anche fatto apparizioni come ospite in Nickelodeon. Carter in seguito è apparso nella serie in competizione della ABC Dancing With the Stars , così come nel musical di Broadway Dr. Seuss Seussical .

Per tutta la sua vita adulta, Aaron Carter ha avuto difficoltà con la malattia mentale e l’abuso di sostanze.
Durante un’apparizione del 2019 in The Doctors, Carter ha affermato che gli era stato diagnosticato un disturbo di personalità multipla, schizofrenia e ansia acuta. Ha anche detto che era maniaco depressivo e ha discusso dei molti farmaci che gli sono stati prescritti, inclusi antidepressivi e Xanax. Nel 2017, Carter ha trascorso del tempo in una struttura di riabilitazione ed è entrato in un programma ambulatoriale all’inizio di quest’anno.

Lo ricordiamo con il suo più grande successo: 

 

photo tratta dal profili Facebook 



Source link